Sei in: Home Avvisi Pubblici Rottamazione sanzioni ingiunzioni per tributi non pagati
PDF Stampa E-mail Scritto da Rosanna Nicolì    Giovedì 09 Febbraio 2017

rottamazione sanzioni

L’Amministrazione Comunale, attraverso l'Assessore al Bilancio e ai Tributi Michele Locorotondo, informa che nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale tenutosi il 1° febbraio 2017, è stato approvato il regolamento per la definizione agevolata delle entrate riscosse con le ingiunzioni fiscali.

 

 

 

 

Questa misura consentirà a tutti coloro che hanno ricevuto ingiunzione fiscale da parte dell’ufficio tributi del Comune per tributi o sanzioni al codice della strada non pagate nel corso degli ultimi 16 anni, di regolarizzare la propria posizione con un netto risparmio e con possibilità di rateizzare il debito.

 

La voce di costo che il cittadino non dovrà più sostenere riguarda la sanzione pecuniaria che è riportata nell’atto di ingiunzione. Questa voce ammonta a più del 20% del totale.
In Consiglio Comunale, durante la relazione dell’ Assessore Locorotondo, è stato richiamato a titolo di esempio un atto ingiuntivo realmente inoltrato a un cittadino il cui totale a pagarsi ammonta a € 1.231,41; con l’applicazione di questo nuovo regolamento, il cittadino potrà beneficiare di un risparmio di € 253,80 che corrisponde all’importo della sanzione pecuniaria che non dovrà più essere riconosciuta. Il totale a pagarsi passa da €1.231,41 a €977,61, più del 21% di risparmio.

 

All’effettivo risparmio monetario si aggiunge la comodità di un pagamento che potrà essere dilazionato secondo 4 modalità a scelta del cittadino; per qualsiasi tipo di importo si ha facoltà di scegliere tra 1,2 o 3 rate, tutte nel 2017; per importi che superano i €1.500 vi è la possibilità di aggiungere un'ulteriore rata con scadenza 30 aprile 2018.

 

Dopo l’approvazione di questo regolamento, si sono create tutte le migliori condizioni per consentire a chi non ha pagato in questi anni di regolarizzare la propria posizione debitoria nei confronti del Comune. Con tutta la comprensione delle difficoltà legate anche alla congiuntura del presente e del recente passato, adesso non ci sono più scuse per non pagare.

 

Subito dopo i 90 giorni disponibili per aderire a questa possibilità, l’Ente adotterà tutte le iniziative necessarie a recuperare in maniera più efficiente le somme non versate negli anni passati.

 

In definitiva, questa misura va incontro ai cittadini che in questi anni non hanno potuto pagare i tributi al Comune; adesso si offrono migliori condizioni dilatorie e di riduzione importi per sanare la propria posizione.

 

Chi non approfitterà di questa opportunità sappia che subito dopo questa fase, l’Ente perseguirà con più forza chi risulterà ancora inadempiente, anche e soprattutto per senso di giustizia nei confronti della maggior parte dei cittadini che pagano regolarmente e con enormi sacrifici.

 

 

Ci scusiamo per il disagio.

Grazie per la collaborazione.

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 09 Febbraio 2017 16:24 )